Gli Ebrei Non Sono Bianchi

Di tanto in tanto un reporter o uno scrittore esprimerà allegramente la sua opinione infondata che gli ebrei sono “Bianchi”. Questa non è solo una falsità, ma è una cosa impossibile. Ecco perché: gli ebrei sono le uniche persone che non sono qualificate per ricevere protezione dalla loro Convenzione sul Genocidio.

1- Non sono una razza. Ciò è dimostrato da fonti ebraiche a riguardo dei Falashim o ebrei Neri; Benai Israel o ebrei Indiani; ebrei Cinesi, che agli occhi di uno straniero sembrano Cinesi, ma non lo sono realmente; ebrei Sefarditi o semiti; ebrei Ashkenaziti o “Russi”, che hanno più probabilità di avere geni Bianchi. Questi popoli si sono convertiti al Giudaismo nel 700 d.C. Molti di loro assomigliano ai Bianchi, ma tutti, secondo “La Genetica degli Ebrei”, hanno geni Afro-Asiatici, compresi i più biondi. Persone bionde e dagli occhi azzurri che hanno geni Afro-Asiatici non sono Bianche, ma meticcie.

2- Gli ebrei non sono un gruppo religioso, perché includono gli atei. Due terzi della popolazione “ebraica” di Israele non è religiosa, ma pretende di essere “ebrea” per mezzo delle loro madri, che è ciò che i rabbini Ortodossi definiscono “ebraicità”. Una persona Bianca che si ‘converte’ al Giudaismo non sarà considerata ebrea dai rabbini Ortodossi.

3- Gli ebrei non sono un gruppo etnico, perché risiedono in tutte le parti del mondo e assomigliano ai rispettivi popoli ospitanti nell’aspetto, nella lingua, e spesso nella religione. Tuttavia, si considerano ebrei. Quale può essere il loro legame comune? Non la religione, non la razza, non l’etnia, ma l’economia! Sono i loro traffici che li legano insieme come ebrei, esattamente come i “Patel” sono legati tra loro dalla loro casta-ruolo di mercanti. Questi gruppi diversi mantengono la coesione per i loro interessi comuni, e si comportano come una nazione tra le nazioni. Eppure non sono una nazione, che è composta da persone con una comune origine genetica.

E’ estremamente pericoloso ammettere gli ebrei fra le schiere dei Nazionalisti Bianchi, perché ho avuto esperienza diretta del loro improvviso tradimento degli interessi dei Bianchi in Rhodesia e in Sud Africa. Un giorno erano “Bianchi”. Il giorno dopo ghignavano contro noi come “voi Bianchi”. Gli ebrei si sono dichiarati ufficialmente non-Bianchi nel 1972, come citato nel The Rand Daily Mail del 15 maggio 1972.
Alcuni Goyim accettano la definizione di FED-ZOG-USA sugli ebrei considerati “Bianchi”, ma se dovessimo accettare la definizione di “Bianco” secondo lo ZOG, che comprende i meticci ispanici e gli altri meticci Eurasiatici, gli arabi, e altri, cesseremmo nei fatti di essere Nazionalisti Bianchi.
I Bianchi sciocchi possono trascurare le differenze razziali, per amore dello ZOG, ma i mulatti, gli Arabi e gli altri meticci non vedono i Bianchi come il loro popolo, anche se godono delle donne Bianche come partner sessuali-trofeo, come qualsiasi pappone Nero o Asiatico.
Ho notato che uno “stallone” non-Bianco, accompagnato da una bellissima femmina Bianca, entrerà nei locali con l’occhio sui Pretesi maschi Bianchi, per divertirsi alle loro reazioni, come se dicesse: «Vedi che cosa ti ho preso “bianco figlio di puttana”!
Quando un Preteso Bianco entra con una femmina Nera, gli occhi di tutti lo guardano con una tacita domanda: “Sei cieco o pazzo?”
Ho visto questo schema riproporsi quasi quotidianamente nel mio lavoro per un intero decennio, e ci sono molti posti in questa città dove si verificano le stesse cose.
Il lavoro dell’ebreo è quello di infiltrarsi in tutti i gruppi Gentili, al fine di spiare e di influenzare per il bene di sè stesso e dei suoi correligionari ebrei. Un ebreo realmente virtuoso non appartiene a noi, ma al suo popolo, che ha seriamente bisogno di lui.
Escludi l’ebreo, uomo Bianco, o i tuoi castelli saranno costruiti sulle sabbie mobili, e crolleranno come il Rhodesia e il Sud Africa. Ora siete stati informati e, quindi, avvertiti. ORION!

“LA GENETICA DEGLI EBREI” di A.E. Mourant e altri, Oxford University Press, 1978, riporta i risultati di ematologi ebrei, il cui lavoro è stato originariamente pubblicato su The Lancet, la rivista ufficiale della British Medical Association. Essi riferiscono che “anche l’ebreo più biondo ha geni marcatori Negri … che sono dovuti al concubinato (prostituzione) e alla schiavitù.”
I Neri furono introdotti nella regione del Mar Nero e lungo la Via della Seta, come ‘merce di scambio’. Ho incontrato decine di ‘nani velenosi’ provenienti da Odessa, ebrei che hanno carnagioni scure, nasi negroidi, occhi mongolidi e capelli crespi Africani, tutti mediamente brutti. Questi campioni costituiscono il lato più oscuro degli ebrei Ashkenaziti o “russi”. Bianchi non lo sono!

LA GENETICA DEGLI EBREI
“Gli ebrei non sono Bianchi”, dice il professor Leonard Fein, che insegna Politica e Politiche Sociali alla Brandeis University negli USA. Fein si riferiva al 172 congresso biennale del Consiglio Ebraico dei Deputati a Johannesburg, Sud Africa, nel maggio del 1972. “Voi non siete Bianchi, sia simbolicamente, sia letteralmente, come sa chi si reca in Israele”, ha detto. Il professor Fein, oltre ad essere uno specialista dei problemi della comunità ebraica negli Stati Uniti, è uno specialista nelle relazioni tra Bianchi e Neri nelle città. RAND DAILY MAIL, 15 maggio 1972.

“Il sangue ebraico è diverso”, dice il dottor Michael Kaback del John F. Kennedy Institute di Baltimora. “Il sangue ebraico manca di un enzima chiamato esosaminidasi A e si traduce spesso in una condizione chiamata malattia di Tay-Sachs. Oltre il 90% dei casi di questa malattia si trova negli ebrei. Questa malattia provoca convulsioni, paralisi, idiozia e la morte.”

Un documentario televisivo presentò la storia di un ebreo che si definiva “Tedesco”. Si è accoppiato con una donna Cajun. Il loro bambino è nato con la malattia di Tay-Sachs e morì in tenera età. Gli ebrei di tutte le parti del mondo hanno specifiche somiglianze genetiche, persino caratteristiche comuni nelle impronte digitali, secondo il dottor Leo Sachs, che dirige la sezione di genetica del Weizman Institute of Science di New York, in collaborazione con il Dottor M. Bat-Miriam.

“La Genetica degli Ebrei” di A.E. Mourant e altri, Oxford University Press, 1978, riporta i risultati di ematologi ebrei, il cui lavoro è stato originariamente pubblicato su The Lancet, la rivista ufficiale della British Medical Association. Essi riferiscono che “anche l’ebreo più biondo ha geni marcatori Negri … che sono dovuti al concubinato (prostituzione) e alla schiavitù.”

Eric Thomson

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: