Perchè le Donne Bianche non Dovrebbero Frequentare Uomini di Colore

Perchè le Donne Bianche non Dovrebbero Frequentare Uomini di Colore

E’ molto più probabile che subiscano abusi
Le donne bianche che sposano uomini di colore moltiplicano le loro possibilità di essere uccise dai loro mariti di 12.4, un incremento del 1140%.
Il rischio di abusi non fatali e di abusi nei confronti della propria ragazza è molto più alto negli uomini neri che negli uomini bianchi, ed i neri hanno il doppio delle probabilità dei bianchi di abusare dei propri figli.

E’ molto più probabile contrarre malattie sessualmente trasmissibili
Un uomo nero su 16 ha l’HIV. Rispetto agli uomini bianchi, i neri hanno 15 probabilità in più che gli venga diagnosticato l’HIV, e molte più probabilità che non gli sia diagnosticato affatto. Questo perché oltre il 50% dei casi di HIV/AIDS fra le donne bianche risulta essere derivato dal sesso con uomini di colore.

Gli uomini di colore hanno 8 volte più probabilità rispetto ai bianchi di avere la sifilide, 12 volte più probabilità di avere la clamidia, e 26 volte più probabilità di avere la gonorrea. Oltre il 78% ha l’herpes.

I tuoi figli probabilmente non saranno intelligenti
La media del Quoziente Intellettivo dei bianchi in America è 100, ma la media dei neri è 85. Certamente potresti uscire con uno dei pochi neri intelligenti. Comunque, la regressione verso la media è una legge della biologia: se un genitore ha una caratteristica non convenzionale, i figli tenderanno ad essere più vicini alla media. Dal momento che l’88% dei neri ha un QI inferiore a 100 e solamente il 2.3% è abbastanza intelligente da avere un buon risultato, essere intelligenti è una caratteristica non convenzionale per i neri. I tuoi figli regredirebbero al di sotto della media rispetto ai loro coetanei bianchi.

Probabilmente si dovrebbe semplicemente evitare gli uomini di colore
I neri sono più inclini a commettere qualsiasi tipo di crimine violento rispetto ai bianchi: 4.0 volte più probabilità di commettere uno stupro; 7.3 volte uno stupro di gruppo; 7.6 volte per furto; e 6.0 volte per omicidio. Questo non è causato dalla povertà o dal “razzismo della polizia”.
Inoltre, i criminali neri designano come bersaglio i bianchi: è più probabile che attacchino dei bianchi che dei neri.

Le storie: orribili e tristemente prevedibili
Le storie qui di seguito non dovrebbero sorprendere, alla luce dei dati sulla razza e criminalità. Sfortunatamente, i media principali hanno ignorato e censurato questi crimini per decenni, perché la verità fa apparire gli uomini di colore violenti, razzisti e misogini.

Uomo di colore spazza via le sue ex e i loro famigliari
Nel luglio 2011, Rodrick Dantzler (nero) di Grand Rapids ha massacrato la sua ex-moglie bianca, la loro figlia (12 anni) e i suoi suoceri, la sua ex-fidanzata bianca, sua sorella e sua nipote (10 anni). Poi ha sparato ad un altra ex bianca, infine si è suicidato. Gli piacevano davvero le ragazze bianche… fin quando non lo hanno lasciato.


“No, no, fermati, fermati, non farmi male!”

Sopra: Aprile 2011, i vicini sentono le grida disperate di Sarah Coit (23) per 20 minuti prima che la polizia la trovi quasi decapitata da un uomo di colore con cui aveva appena tentato di interrompere la loro relazione.


“Sto morendo, mi ha pugnalato a morte!”
Sopra: nel novembre 2008, la modella Amy Barnes (19), a cui piaceva frequentare atleti di colore, chiedeva aiuto mentre sanguinava lentamente a morte a causa delle nove coltellate e del taglio in faccia di quattro pollici inflitte dal suo fidanzato-convivente di colore.



Comincia come un brutale stupro, diventa molto peggio

Sopra: nel marzo 2008, la modella Katie Piper (24) ha cercato di porre fine alle due settimane di relazione con Daniel Lynch dopo che questi la tenne prigioniera per otto ore, violentandola e fracassandole la testa. Ma non era arrivato ancora il momento di lasciarla andare, Lynch con un altro uomo di colore bruciarono la sua faccia con dell’acido. Perse anche la vista da un occhio.

UnamusementPark

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: